mercoledì 29 ottobre 2008

Sotto un cielo di rame

Stamattina leggendo i commenti su un blog pro scie chimiche (si parlava di scie arancioni) ho finalmente capito che la caratteristica colorazione ramata assunta da cielo, nuvole e scie durante il tramonto è causata dall' irrorazione di rame in atmosfera. Oggi su Vicenza pioggia e cielo plumbeo...ecco perchè le gocce fanno così male. Per logica tutto torna. In tema (tornando seri) alcuni scatti effettuati nel marzo di quest'anno.

Un saluto (ramato)....



domenica 12 ottobre 2008

Questione di stima

A riprova dell'esistenza delle scie chimiche alcuni blog e forum presentano molto spesso delle foto più o meno definite di aerei con scie annesse immortalati, a loro dire, ad una quota non idonea alla formazione delle normali contrails.
Viene affermata la natura anomala delle scie senza un'oppurtuna analisi delle immagini atta a dimostrare la reale altezza dei velivoli con la convinzione che l'obiettivo di una fotocamera non sia in grado di catturare oggetti così lontani quali possono essere gli aerei che volano dagli 8 ai 12 km di altezza (quota di possibile formazione delle contrails alle ns. latitudini).
Ammetto che inizialmente avevo anch'io questa opinione, causa mancanza di elementi per valutare,ma allo stesso tempo sentivo la necessità di verificare quanto veniva affermato.Questo si è reso possibile dopo l'acquisto di una discreta fotocamera (panasonic fz18) ed il successivo apprendimento di una metodologia di verifica basata sul calcolo scientifico che permette di stimare la quota di volo di un aereo da una fotografia (1).
I risultati di tali verifiche sono riportati nel post precedente (2) (assenza di scie sotto gli 8000 sui cieli di vicenza).
A seguire applicherò la metodologia di stima su 2 foto da me scattate durante il 2008 utilizzando la stessa distanza focale.
La prima foto (A) è stata scattata il 15 luglio 2008 sulla spiaggia di Cavallino-Treporti nelle vicinanze quindi dell'aeroporto Marco Polo di Venezia.


Per poter effettuare una stima dobbiamo prima identificare il modello. In questo caso siamo agevolati dal fatto che l'aereo è appena decollato e risulta fortunamente leggibile il codice di registrazione I-DAWV presente sulla semiala di sinistra

codice registrazione sulla semiala

Effettuando una ricerca con questo codice sul sito AIRLINERS abbiamo la conferma che si tratta di un MD82-ALITALIA la cui lunghezza è pari a 45,1 mt (3). Come ulteriore conferma del modello di velivolo proviamo a confrontare gli schemi di un MD82 con quello presente nella foto:


Sovrapposizione scheda MD82-foto


La sovrapposizione schema-foto conferma l'identificazione di un MD82, l'immagine sotto invece ci fornisce l'informazione circa la dimensione dell'aereo in pixel pari a 912 pxl


Lunghezza in pixel MD82

Procediamo quindi con la stima della quota:


Quota di volo = sena*df*da*r/(pxa*d)
dove:

a = angolo di elevazione; df = distanza focale in millimetri; da = dimensione aereo in metri; pxa = pixel aereo nella foto; d = base ccd in millimetri; r= risoluzione immagine in pixel (base).

I nostri dati:

a=60° ; df = 83 mm; da = 45,1 m; pxa = 912px; d = 5,76 mm; r = 3264 px.

Il calcolo della stima ci porta ad una quota di volo pari circa a 2014 mt.

Procediamo con l'analisi del secondo scatto (B) realizzato il 24 gennaio 2008 questa volta puntando la fotocamera verso il cielo di Vicenza :)

Particolare dell'aereo con scia

Si nota subito la scia di tipo non persistente prodotta dall'aereo. Dall'analisi dell'immagine mi devo quindi aspettare una stima superiore agli 8000 mt, inoltre il modello sembra essere uguale a quello precedentemente analizzato (MD82) anche se in questo caso il codice di registrazione non risulta visibile data la scarsa risoluzione.
Procediamo quindi con l'identificazione del modello in base alla sovrapposizione schema-foto:


Sovrapposizione schema MD82-foto


Abbiamo anche in questo caso la conferma che si tratta di un MD82, la lunghezza reale dell'aereo è 45,1 mt mentre la lunghezza nella foto risulta pari a 196 pxl.


Lunghezza in pixel MD82

Per questo MD82 non abbiamo alcuna info utile a determinare la compagnia di appartenenza che risulta quindi essere non conosciuta.

Procediamo con la stima:

Quota di volo = sena*df*da*r/(pxa*d) dove:

a = angolo di elevazione; df = distanza focale in millimetri; da = dimensione aereo in metri; pxa = pixel aereo nella foto; d = base ccd in millimetri; r= risoluzione immagine in pixel (base).

I nostri dati:

a=70° ; df = 83 mm; da = 45,1 m; pxa = 196px; d = 5,76 mm; r = 3264 px.

Il calcolo della stima ci porta ad una quota di volo pari circa a 10.169 mt compatibile quindi con la formazione delle normali scie di condensa.

Confrontando infine le immagini dei 2 MD82 ridimensionate in egual misura si nota come all'aumentare della quota di volo si ottiene una perdita di definizione non indifferente.

Da tenere ben presente quando si considera la moltitudine di foto pubblicate sul web di aerei poco definiti con quote dichiarate che non stanno ne in cielo ne in terra....forse in acqua ??? ma attenti a quello che si prende :-)))))